Sezione speciale cinema

Sezione speciale cinema
Per entrare clicca sul tasto/immagine

Persecuzione

Persecuzione
Per entrare clicca sul tasto/immagine

Guido Pasolini

Guido Pasolini
Per entrare clicca sul tasto/immagine

martedì 18 febbraio 2020

Lettera di Pasolini, scritta a Casarsa il 21 settembre 1942, che accompagnava l'invio di Poesie a Casarsa a Francesco Arcangeli

"ERETICO e CORSARO"

Lettera di Pasolini, scritta a Casarsa il 21 settembre 1942, 
che accompagnava l'invio di Poesie a Casarsa 
a Francesco Arcangeli

(Un ringraziamento particolare a Maria Vittoria Chiarelli, per la trascrizione) 


L'Archiginnasio ( ARCHIWEBconserva una lettera di Pasolini, scritta a Casarsa il 21 settembre 1942, che accompagnava l'invio di una copia di Poesie a Casarsa a Francesco Arcangeli:

"Insieme a questa lettera vi arriverà anche un libretto, «Poesie a Casarsa», che è il mio primo libretto di poesia".

La lettera è stata pubblicata in Dario Trento, Francesco Arcangeli e Pier Paolo Pasolini tra arte e letteratura nelle riviste bolognesi degli anni Quaranta, «Arte a Bologna», 2 (1992), p. 170.BCABo,Fondo speciale Angelo, Gaetano, Bianca e Francesco Arcangeli, Francesco Arcangeli.

Casarsa, 21 settembre '42

Egregio professore,
( ARCHIWEB)

vi invio, per il prossimo numero di Architrave, questo "Per un vecchio scritto di C. Betocchi", cosa breve e non del tutto approfondita, data la mia serena apatia in grembo al mio paese e ai miei miti.
Colgo l'occasione per dirvi che il prof. Longhi,  non  ha accettato di darmi la tesi di laurea sulla "Gioconda ignuda", però,  ed è meglio per me, me l'ha data sulla pittura contemporanea italiana. Non appena arriverò a Bologna comincerò a lavorare intorno seriamente.
Ho letto con interesse la vostra "Biennale dei respiri" ; e in generale,  condivido le vostre opinioni : forse, mi sarei più ingenuamente sciolto nell'epilogo di Bartolini, e sarei tantomeno severo contro Messina. Ed anche verso Birolli sarei stato meno freddo; in realtà questo pittore ha costituito per me uno dei "respiri" più profondi e liberatori.  Non so se vi ricordate l'orribile sala in cui i cinque quadri di Birolli erano confinati!
Non mi pare che nelle ampie superfici del ritratto di Quasimodo vi sia il pericolo del cartellonesco, che sono superfici lavorate mano a mano lucidamente e con chiari propositi: non voglio dire con questo che Birolli in questi suoi quadri tocchi  l'arte, ma certo la sua è una delle pitture più sofferte, o per lo meno, intelligenti, dell'esposizione.
Non ho presente se avete citato la visita nello studio di V. Guidi : non vi pare che lo meritasse? È uno fra i cinque o sei quadri della Biennale che il visitatore 'realizzasse' subito dentro di sé,  come direbbe il Berenson.
Ad ogni modo spero di avere occasione di parlare di pittura più a lungo con voi, a Bologna.
( ARCHIWEB)

Devo ora chiedervi un favore : cioè di spedirmi, qui, quei fogli protocollo contenenti un mio scritto intitolato "lamento e meditazione", che avevo consegnato per Architrave: è  una cosa che ho gettato giù rapidamente e più rapidamente l'ho consegnata ( dato che il giorno dopo dovevo partire ). Ora non so che volere abbia, se sia irrimediabilmente uno sfogo, o se, corretta e sfrondata, possa divenire passabile.
Insieme a questa lettera vi arriverà anche un libretto, "Poesia a Casarsa", che è il mio primo libretto di poesia.
Ho voluto cominciare modestissimamente, e con poche  possibilità di essere compreso anche nel senso più banale della parola. È un libro di difficile lettura, e spero che avrete la pazienza, voi e vostro fratello, di leggerlo, tenendo conto che io attribuisco validità anche al testo italiano.

                                                                           Vi saluto cordialmente
                                                                               Pier Paolo Pasolini
                                                           Casarsa ( Udine )

( ARCHIWEB)




Curatore, Bruno Esposito

Collaboratori:

Carlo Picca
Mario Pozzi
Alessandro Barbato
Maria Vittoria Chiarelli
Giovanna Caterina Salice

Simona Zecchi

Nessun commento:

Posta un commento