Accattone

Eretico e Corsaro


1961
ACCATTONE

In Accattone ho voluto rappresentare la degradazione e l’umile condizione umana di un personaggio che vive nel fango e nella polvere delle borgate di Roma. Io sentivo, sapevo, che dentro questa degradazione c’era qualcosa di sacro, qualcosa di religioso in senso vago e generale della parola, e allora questo aggettivo, «sacro», l’ho aggiunto con la musica. Ho detto, cioè, che la degradazione di Accattone è, sì, una degradazione in qualche modo sacra, e Bach mi è servito a far capire ai vasti pubblici queste mie intenzioni...
P.P. Pasolini, BIANCO E NERO, Anno XXVIII n. 3-4, Roma, marzo/aprile 1967



Regia di Pier Paolo Pasolini (aiuto regia: Bernardo Bertolucci)
Produzione: Alfredo Bini per Cino Del Duca - Arco Film
Distribuzione: Cino Del Duca
Soggetto e sceneggiatura: Pier Paolo Pasolini
Collaborazione dialoghi: Sergio Citti
Fotografia: Tonino Delli Colli
Musica: Johann Sebastian Bach (coord. Carlo Rustichelli)
Fra gli interpreti: Franco Citti, Franca Pasut, Adriana Asti, Polidor, Sergio Citti, Elsa Morante

PRIMA PROIEZIONE:
31 agosto 1961: XXII Mostra del Cinema di Venezia.

USCITA NELLE SALE:
22 novembre 1961: Napoli, Cinema Metropolitan; Roma, Cinema Barberini e Quattro Fontane; Milano, Cinema Apollo.

STORIA DEL FILM:
Primo film di Pasolini, girato nella periferia romana fra l’aprile e il luglio del 1961. Alla prima del Cinema Barberini a Roma un gruppo di giovani neofascisti cercò di impedire la proiezione lanciando bottiglie d’inchiostro contro lo schermo, bombette di carta e finocchi tra il pubblico. Ci furono colluttazioni e la visione del film fu sospesa per quasi un’ora. Poco dopo fu censurato e ritirato dalle sale. «Accattone» è stato il primo film del cinema italiano ad essere vietato, con un apposito decreto, ai minori di 18 anni. Nel 1962 viene presentato al Festival Comunisti-e Internazionalisti-eonale del cinema di Karlovy Vary (Cecoslovacchia) e vince il Primo premio per la regia. Nello stesso anno l’avvocato e politico Salvatore Pagliuca fece causa a Pasolini e alla società Arco film perché nel film un criminale aveva il suo stesso nome, chiedendo il risarcimento dei danni morali e l’eliminazione del suo nome, ottenendo il risarcimento dei soli danni materiali. Pasolini citerà il politico nella poesia Poeta delle Ceneri.

TRAMA:
Accattone è il soprannome di Vittorio, un sottoproletario romano che vive alla giornata. Accattone si fa mantenere da una prostituta, Maddalena, prendendo il posto del suo sfruttatore, un napoletano finito in carcere. L’uomo evita la vendetta degli amici del carcerato incolpando Maddalena di tutto e abbandonandola. Maddalena finisce in carcere. Accattone, rimasto senza soldi, conosce la fame. Un giorno incontra Stella, una ragazza che lui cerca di convincere a prostituirsi, ma intanto se ne innamora. L’amore per Stella spinge Accattone a cercarsi un lavoro, guadagnandosi da vivere in modo onesto, ma la redenzione dura poco e presto torna a rubare. Dopo un piccolo furto s’imbatte nella polizia. Durante la fuga cade dalla motocicletta e muore, compiendo il destino che pesa su di lui sin dall’inizio.

BIBLIOGRAFIA:
- Franco Fedeli, «Da vero signore Pasolini fa l’accattone» IL REPORTER Anno III n. 13, Roma, 11 aprile 1961. Immagini riprese durante la lavorazione del film.
- P.P. Pasolini, Accattone, (Roma), Edizioni FM, 1961 (14 agosto). Sceneggiatura completa.
- P.P. Pasolini, Accattone, in P.P. Pasolini, Alì dagli occhi azzurri, Milano, Garzanti, 1965 (novembre; pp. 249--362. Prima stesura della sceneggiatura.


Fonte: 
L’ARENGARIO STUDIO BIBLIOGRAFICO
IL CINEMA DI PIER PAOLO PASOLINI
Libri fotografie giornali manifesti
Filmografia completa
EDIZIONI DELL’ARENGARIO


La contaminazione nel cinema di Pier Paolo Pasolini: la sequenza della rissa in "Accattone"Vita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Accattone tra le borgate - Pasolini e il cinemaVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Pasolini: la memoria corporaleVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Accattone non muore maiVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Pasolini e le borgate: un'intervista a Franco CittiVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
ACCATTONE, 1961 - Angela Molteni aprile 1997Vita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Pasolini e le borgate: un'intervista a Franco CittiVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
ACCATTONE - Pier Paolo PasoliniVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Pier Paolo Pasolini, Accattone di Pino BertelliVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Pasolini sulla via del VangeloVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
“Accattone”, Pasolini irrompe nel cinemaVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Pier paolo Pasolini, Accattone - Di Massimiliano ValenteVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
Accattone, di Pier Paolo Pasolini - Recensione di Cobra VerdeVita e Opere di Pier Paolo Pasolini
E' morto Franco Citti - Eretico e Corsaro lo ricorda.Vita e Opere di Pier Paolo Pasolini

Nessun commento:

Posta un commento