Poesia in forma di rosa - 1964

Eretico e Corsaro



""Quanto al futuro, ascolti:
i suoi figli fascisti
veleggeranno
verso i mondi della Nuova Preistoria.
Io me ne staro' la',
come colui che
sulle rive del mare
in cui ricomincia la vita.
Solo, o quasi, sul vecchio litorale
tra ruderi di antiche civilta',
Ravenna
Ostia, o Bombay - e' uguale -
con Dei che si scrostano, problemi vecchi
- quale la lotta di classe -
che
si dissolvono...
Come un partigiano
morto prima del maggio del '45,
comincero' piano piano a decompormi,
nella luce straziante di quel mare,

poeta e cittadino dimenticato"

Poesia in forma di rosa, che esce, sempre da Garzanti, nel 1964 è composta da componimenti che vanno dal '61 al '63, più un lungo poemetto in appendice intitolato Vittoria ed è la più ampia delle raccolte di Pasolini.


Poesia in forma di rosa

I. LA REALTA'

Ballata delle madri
La Guinea
Poesie mondane:
Una coltre di primule...
Scheletri col vestito...
Quando una troupe...
Vedo la troupe in ozio...
Un solo rudere...
Ci vediamo in proiezione...
Lavoro tutto il giorno...Supplica a mia madre
La ricerca di una casa
La realta'


II. POESIA IN FORMA DI ROSA

Poesia in forma di rosa
La persecuzione 

III. PIETRO II

La tramontana...
Era l'inzio del giorno
Per misteriosa elezione...
...ma quando, a notte...
I Santi? Non sono...
Il sole, il sole...
Non so che amarezza...
Scommettitori, puntate...
Ecco, sono stato condannatoAPPENDICE: La mancanza di richiesta di poesia

IV. IL LIBRO DELLE CROCI

La nuova storia
Profezia

V. UNA DISPERATA VITALITA'

Poema per un verso di Shakespeare
Le belle bandiere
Una disperata vitalita'
Nuova poesia in forma di rosa
Il sogno della ragione
Frammento epistolare, al ragazzo Codignola

VI. ISRAELE

Un lungomare...
Un alberghetto sonoro...
...Kafka poi avra' supposto...
Giro in un Kibutz...
Lungo gli 85 km...
Indi, a testimoniare...
Mentre..."I nostri...
Una giornata a Tel Aviv...
 
VII. L'ALBA MERIDIONALE

I
Come in un velo giallo...
Camminavo nei dintorni...
Un areoplano...
Manca sempre qualcosa...
Un biancore di calce...
L'idea di venir meno...
Il film l'ho gia' girato...
Credendomi inaridito...
Cosi' mi salvo...
II
Torno, ritrovo il fenomeno...
Torno... e una sera...
Torno, e mi trovo...

VIII. PROGETTO DI OPERE FUTURE

Progetto di opere future

APPENDICE 1964

Vittoria


Nessun commento:

Posta un commento